Notizie

"Maestri di Rudolf" a Praga: i collezionisti privati ​​restituiscono i tesori alla loro patria

Fino alla fine di marzo 2015, nella capitale della Repubblica Ceca, la mostra "Maestri di Rudolf", dove sono presentate più di 70 mostre dei tempi di un appassionato ammiratore d'arte dell'imperatore Rodolfo II, il "santo patrono dell'alchimia", le guide aggiungeranno sicuramente. Il Museo di Praga ospita rare opere di Hans von Aachen, Bartholomew Spranger, Adrian de Vries e dipinti unici di artisti sconosciuti. I lavori sono stati forniti principalmente dai collezionisti privati ​​cechi - ci sono alcuni reperti unici!

Questo ritratto di Rodolfo il Secondo Pennello di Archimboldo è meglio conosciuto - l'allegoria del sovrano della natura era letteralmente al gusto del monarca! Ma la mostra è interessante per vedere altri tesori, tra cui immagini più reali dell'imperatore, ha patrocinato non solo gli alchimisti: amava la pittura veneziana, e la sua collezione comprendeva opere di Tintoretto, Pordenone, molti dipinti di Veronese, Tiziano, Palma Vecchio, Parigi Bordone, artisti famiglia bassano.

Rudolph invitò anche molti pittori alla corte, e formarono un cosiddetto. "Scuola di pittura di Praga", tuttavia, lo stile delle opere dei maestri di cui è manierismo Manierismo (dal modo italiano - modo) è lo stile letterario e artistico dell'Europa occidentale popolare nel 16 ° secolo - il primo terzo del 17 ° secolo. Questo è il momento in cui l'arte del posare e l'amore per le pose fantasiose hanno raggiunto il loro apice. Leggi di più - è stato preso in prestito dall'Italia. Ma le opere sono buone! La collezione dell'imperatore Rodolfo era una delle più grandi mai assemblate da un monarca europeo. Il suo destino è generalmente noto: dopo la morte del monarca, una parte era (ed è ora) in Austria, al Museo di Storia dell'Arte di Vienna, alcuni dei soldati dell'esercito svedese furono portati a Stoccolma, consegnando alla regina svedese Cristina. Quindi questa mostra è semplicemente una questione d'onore: mostrare il lavoro perduto nella Repubblica Ceca. Negli ultimi 15 anni, i collezionisti privati ​​hanno raccolto una fetta di tesoro molto gustosa e li hanno condivisi in fiera con tutto il piacere degli intenditori e degli amanti delle belle arti.Stupore degli DeiHans von Aachen Così, Hans von Aachen era attivo nei Paesi Bassi, in Italia, ma soprattutto a Praga, dove si stabilì nel 1596 su invito dell'imperatore Rodolfo II. Questa tela è tra quelle famose e viene presentata alla mostra attuale a Praga.

Per ottenere questo ritratto di "Rodolfo II, imperatore del Sacro Romano Impero" di Martino Rota (XVI secolo), gli organizzatori della mostra lo considerano un grande successo.

"Questa mostra racconta un nuovo fenomeno nel collezionismo ceco. Nei media, ci sono costantemente segnalazioni di milioni di acquisizioni di opere d'arte moderna, mentre la raccolta di vecchi autori rimane nell'ombra. Pochi sanno che gli amanti collezionano e in particolare l'arte del periodo Rodolfo II. Inoltre, questi collezionisti sono meno interessati al grado di redditività dell'investimento. Sono contenti che stiano acquisendo un'opera d'arte interessante che può essere ammirata ", dice Elishka Fuchikova, la curatrice della mostra" Rudolfian Masters ".Un'altra rarità della mostra nel Museo di Praga è anche il dipinto "Diana che riposa dopo la caccia" di Hans von Aachen. Storia fenomenica: l'attuale proprietario dell'opera in qualche modo ha visitato la mostra di dipinti del maestro e, vedendo una delle opere, ha ricordato di avere quasi una foto per lei con lo stesso spirito e una trama molto simile. Gli esperti hanno confermato l'autenticità e la paternità.

In conclusione, c'è un momento curioso che caratterizza la passione per l'arte di Rodolfo II: cento anni dopo la sua creazione, nel 1606 pagò una fortuna per la "Festa del Rosario" di Albrecht Dürer. Su suo ordine, il facchino è stato trasportato da solo sulla pista dell'altare attraverso le Alpi da solo.

Dopo la morte dell'imperatore, il dipinto fu venduto in uno stato deplorevole dalla collezione del Castello di Praga, poi si rivelò essere nel monastero di Strahov a Praga, e solo nel 1934, dopo molti anni di trattative, fu riscattato dallo stato. Ora il lavoro di Durer è nella collezione della National Gallery di Praga. Vi consigliamo di recarvi subito dopo aver visitato la mostra: un meraviglioso "retrogusto" per i buongustai d'arte! Esposizione I Maestri dell'era di Rodolfo II - Gli artisti di Rudolf II nelle collezioni private ceche - Museo di Praga, Praga, fino a 29 3. 2015
L'illustrazione principale delle notizie è "Rodolfo II, imperatore del Sacro Romano Impero" di Martino Rota (16 ° secolo).

Guarda il video: KDA - POPSTARS ft Madison Beer, GI-DLE, Jaira Burns. Official Music Video - League of Legends (Ottobre 2019).

Загрузка...