Notizie

"Ossessione infinita" con i piselli e non solo: come ha fatto l'artista giapponese Yayoi Kusama a impazzire l'America Latina

La giornata lavorativa di 36 ore al museo e la veglia notturna dei fan sotto la sua porta - Kuroma viaggiò in Messico e Buenos Aires in così furore. Niente scherzo: in Sud America sono arrivate le famose mostre "a pois" e persino un'installazione a specchio "The Field of Fhalluses"! Successo incredibile, lavori a milioni e lo stato di culto del loro autore, che non nasconde problemi mentali: esplora il fenomeno e gira intorno alla mostra, che continua il suo tour

La principessa e il pisello

Indossando la superficie di oggetti, pareti, pavimenti, tele e assistenti nudi negli abiti da "pisello" Yayoi Kusama (Yayoi Kusama) ha iniziato in gioventù. Anni dopo, in un'intervista, spiegò lo strano fascino dei disturbi mentali che la tormentavano. Con l'aiuto di questa trama semplice e allo stesso tempo un campo infinito per la fantasia, Kusama riuscì a superare le sue fobie senza fare affidamento su se stessa e le sue esperienze.... Quando la ragazza, sul cui conto c'erano già delle esibizioni artistiche scioccanti, si armò del famoso artista americano Georgia O'Keefe e raccontò a sua madre della sua decisione di conquistare New York, la madre le diede dei soldi e ... disse addio per sempre. Dicono che non vuole saperne di più su sua figlia che ha disonorato la loro famiglia.Ebbene, nell'atmosfera psichedelica degli anni '60 americani, il pisello ipnotico di Kusama, dal quale tesseva infinite reti, insieme alle sue storie sulla pazzia, in forma (o sbriciolato?) Semplicemente perfetto. L'artista onorava la reputazione scandalosa delle esibizioni artistiche contro la guerra del Vietnam e passeggiava per la città in un cappello con falli nei campi, a cui, disse, era terrorizzata.Ora Kusame ha 85 anni. Avendo inondato il mondo intero con i suoi punti magici e incatenato a loro milioni di vedute entusiaste (50.000 opere sul conto di una prolifica artigiana!), Si stabilì volontariamente in una clinica psichiatrica, avendo allestito un laboratorio nel suo quartiere."Sono un artista ossessionato. Le persone possono chiamarmi come preferisci, ma mi considero un eretico nel mondo dell'arte. Quando creo il mio lavoro, non penso ad altro, essendo in possesso del potere che ha afferrato il mio corpo. Le mie opere sono i frutti del mio disturbo mentale. Se non fosse stato per la creatività, mi sarei suicidato molto tempo fa "(Yayoi Kusama)

Se esplori il "fenomeno di Kusama" in termini di marketing, ottieni un perfetto cocktail di successo. Un'idea appariscente, simboli riconoscibili, immagini e stile, un po 'di mistero, la personalità dell'autore stesso (il creatore pazzo) ... Inoltre, i toni psicologicamente psichedelici - "una storia per chi capisce" (sei incluso nella cerchia degli eletti - letteralmente!), E l'attività costante dell'autore, personificando il suo idee (non dimenticare di vestiti e acconciatura) - bravo! E non lo siamo affatto, ma rispettiamo all'infinito questa forte ragazza giapponese.

Hypno-Kusama

L'effetto ipnotico che gli oggetti artistici dell'artista producono sullo spettatore è enorme. La retrospettiva Infinite Obsession, recentemente deceduta nell'ultima destinazione del suo tour mondiale, Città del Messico, ha raccolto 2.100 visitatori al giorno nella Galleria Tamayo, nonostante il museo fosse abituato a non vedere più di 5.000 ospiti al mese.In totale, la mostra, originariamente organizzata dal Whitney Museum of American Art di New York e dalla Tate Modern Gallery di Londra, in America Latina è stata vista da 2 milioni di appassionati di arte contemporanea. In occasione dell'apertura della retrospettiva, gli alberi vicino alla galleria di Buenos Aires erano persino vestiti con piselli rossi e bianchi. E per accettare tutti, Tamayo ha lavorato 36 ore senza sosta!Quelli che sono riusciti ad arrivare alla mostra avevano qualcosa da guardare: installazioni con punti luminosi che fluttuavano nell'aria, 1000 barche con falli, un campo di fallo e, cosa più importante - un'installazione di tutti gli stessi pois di fallo posizionati nella sala degli specchi, prima di entrare che in alcune gallerie ha persino appeso un cartello in cui si chiedeva di non entrare per oltre 1 minuto, in modo da non ritardare il movimento dei visitatori alla mostra. Un tempo, lo stesso Andy Warhol era stupito dall'ossessione dell'artista per la raffigurazione degli organi riproduttivi maschili: "Che cosa ...", ha chiesto una volta alla mostra dell'artista ...La collezione di abiti e accessori per la stagione estiva di Louis Vuitton 2012 è anche il frutto dell'immaginazione di Yay Kusama. Ha portato le sue stampe di piselli preferiti di tutti i colori e le configurazioni al progetto di moda in comune. E gli sviluppatori di applicazioni per iPhone hanno persino rilasciato un programma che ti permette di scattare foto attraverso il prisma del mondo a pois. A proposito, Kusama è il primo nativo del Giappone che ha vinto il Premio Imperiale d'onore (Praemium Imperiale), che viene ricevuto da artisti eccezionali che hanno arricchito la comunità mondiale con la loro creatività.Inoltre, occupa la terza posizione nelle classifiche degli artisti viventi più costosi. Il costo di uno dei suoi lavori è stato di $ 5,1 milioni, ha venduto nel 2008. Dodici dipinti di Kusama sono stati acquisiti durante una grande settimana d'asta a New York lo scorso novembre. La star della serata del dopoguerra e dell'arte contemporanea di Christie è stata l'opera "White No. 28" (1960), che è stata battuta per $ 7,1 milioni (più di tre volte superiore alla stima). Negli ultimi 10 anni, le vendite totali di opere di Yayoi Kusamy è cresciuta di oltre il 262%, da $ 931.446 del 2004 a $ 35.455.059 del 2014. Sono sicuri che questa non è la fine, ma un altro punto nella carriera creativa di successo dell'artista. E le nuove mostre per il 2015 sono già in programma.