Notizie

"Ombre di antenati dimenticati": a Kiev Mystetsky Arsenal ha presentato una mostra su larga scala

Progetto espositivo multimediale di arte documentaria "Shadows of Forgotten Ancestors. La mostra "di Pavel Gudimov e Andrey Alferov, dedicata alla storia del più famoso film ucraino della seconda metà del XX secolo, Sergei Parajanov, come per magia, ha superato lo scopo di una semplice esposizione tematica. Il giorno di apertura è percepito come un manifesto dell'inconscio collettivo, lo "spirito della nazione", che è molto inaspettato e stranamente profondo persino per il progetto d'arte più ambizioso.Con questo film è iniziato il "cinema poetico" dell'Ucraina e la fama mondiale di Sergo Parajanov. La premiere del "Mistero dei Carpazi" nel 1965 divenne il punto di partenza per la piegatura del "disgelo" nella SSR ucraina e l'inizio della repressione politica contro i "nazionalisti" (come furono denunciati) - gli "anni Sessanta". Oggi questo film è studiato in tutte le scuole di cinema del mondo. E solo in Ucraina, le "Ombre ..." sembrano sempre meno. Ma gli ucraini moderni smettono davvero di preoccuparsi del nuovo periodo sovietico, della propria storia? Grande, metà piano MA, progetto "Shadows of Forgotten Ancestors. La mostra "di Pavel Gudimov e l'esperto di film Andrei Alferov (co-curatori - Ekaterina Nosko e Boris Filonenko) hanno dato la risposta a questa domanda.All'ingresso delle sale dell'Arsenale, dove è esposto il progetto - sedie simboliche per la squadra delle famose "Ombre ...". Il regista Sergei Paradzhanov, il cameraman Mikhail Ilyenko, interprete del ruolo maschile principale, Ivan Mikolaichuk e l'artista Georgy Yakutovich, purtroppo, non sono stati con noi da molto tempo. Ma sono sempre con l'Ucraina, i suggerimenti per l'installazione.I mummers infernali dell'artista contemporaneo Andrey Khir hanno partecipato a pieno titolo all'inaugurazione della mostra "Shadows of Forgotten Ancestors. La mostra "ha suscitato molto scalpore tra le più diverse categorie di spettatori ucraini già nella fase degli annunci. Dopotutto, gli organizzatori hanno promesso di portare al pubblico un vero "prototipo", un prototipo di un vero museo di un film leggendario: con foto, materiali audio e video, gli storyboard dell'autore dello stesso Parajanov, autentici costumi di personaggi e decorazioni trovati da un miracolo: il progetto prende vita e tutto diventa ancora più interessante di annunci intriganti. Tutti vincono. I partecipanti al tiro e "solo" i dissidenti degli anni '60 ricordano i giorni passati in Arsenal e l'opposizione al "sistema" sovietico. I giovani, grazie a video e audio, numerosi testi esplicativi e persino i fumetti del famoso Pictoric Club of Illustrators, al contrario, si uniscono allo "spirito dei tempi" e ottengono, forse, la prima idea di "com'era". Gli intenditori di "arte pura" allo stesso tempo, prendono a calci, infatti, la componente visiva e grafica del progetto.Anton Logov. Reincarnazione. Installazione, 2016
Sala "Rosso" nel progetto "Ombre di antenati dimenticati. Mostra". L'installazione è accompagnata da un video: scene della morte dell'anziano Gutenyuk e Ivan, l'esposizione è aperta dall'installazione shock del giovane artista Anton Logov. Il gigantesco "vatra" di fuoco rosso sangue divampa fino al soffitto. È costruito dalle tavole di un'autentica capanna dei Carpazi, e la scena del film con Ivan-Ivan Mykolaychuk e Marichka - Larisa Kadochnikova funge da sfondo per la conflagrazione. Le otto sale successive (il "percorso del film" è esposto nella struttura della mostra) Le nove sale della mostra sono nove fasi distinte della sua creazione, ognuna delle quali offre l'opportunità di guardare le "Ombre ..." da diversi punti di vista "- dalle specifiche del progetto) una mostra unica di opere sconosciute di Georgy Yakutovich, un ex artista cinematografico, una stanza separata con un'installazione a più figure di Mikola Malyshko, ecc.

George Yakutovich, Matrimonio. Linoleografia, 1980 Collezione di Sergey Yakutovich.

Condividi Condividi Condividi"Per una mostra sperimentale come" Ombre ... "e le decisioni del curatore dovrebbero essere inaspettate," Pavel Gudimov dice ai giornalisti come è stato creato il progetto Nota: "Ombre ..." è il primo progetto su grande scala del gallerista Pavel Gudimov, quindi l'esperto La comunità per questo lavoro sarà probabilmente misurata dai talenti di Gudimov-curatore per lungo tempo.Yuri Denisenkov, Ivan Mikhailov, Rider. Oggetto, 2016
La scultura ripete il famoso cavaliere dal film di Sergei Paradzhanov.Hutsul etnici nel quadro del progetto espositivo.Il video documentario e il taglio dei fotogrammi del film rappresentano una parte significativa dell'esposizione.Storie su Paradzhanov e sui suoi film nei fumetti del Pictoric Club of Illustrators: oltre 100 manufatti, 20 interviste esclusive, materiali fotografici e video esclusivi dagli archivi, leggende di debunking, un'esposizione di opere d'arte contemporanea e un incontro con i partecipanti delle riprese: Larisa Kadochnikova, Miroslav Skorik e Ivan Drach - questo è solo l'inizio di uno studio su larga scala di "Ombre ..."Il giogo dalla scena del matrimonio di Ivan e Palagna. XX secolo Albero. Museo "Hut-Grazhda" (villaggio Krivorivnya) .La logica delle nove sale espositive del progetto "Ombre di antenati dimenticati. La mostra "ha determinato la fase della vita del film. Sono loro che "tengono" lo spettatore nello spazio dell'Arsenal, al fine di portare "alla luce" alla fine.
Quindi, la prima sala "Red" è una sorta di invito a vedere, che inizia con le incisioni di Georgy Yakutovich sulla storia di Kotsyubinsky e l'installazione spaziale di Anton Logov con elementi di una vera casa di Hutsul. Mentre la stanza accanto - "Ethnography" - è dedicata al mondo reale dei Carpazi, in cui la troupe cinematografica è precipitata, e il "laboratorio creativo" stesso viene smascherato con l'aiuto di artefatti, fotografie e citazioni unite dalla sala "Autori".
La leggendaria scena "The Wedding" diventa la base per i remake dell'autore, creati appositamente per il progetto da Igor Podolchak e Cyril Serebrennikov. Insieme alla tesi "Questo film è un dramma poetico sul grande amore di Ivan e Marichka" sono la base di una sala separata "Amor sacro e Amor profane" (Heavenly Love and Earthly Love). La stanza successiva racconta le leggende generate dalla ricca storia del film. Gli organizzatori sono riusciti ad avvicinarsi ironicamente a queste storie, avendo perso la pretenziosità di molti ricordi attraverso il formato di storie grafiche del Club degli Illustratori "Pictoric".
Inoltre, il percorso conduce alla sala "Invisible Axe", che si concentra su due direzioni opposte, che sono destinate a passare attraverso il film dopo le anteprime del film nel 1965. Il primo modo è rimanere sotto costante sorveglianza da parte dello stato nell'URSS, e il secondo è il riconoscimento mondiale e la gioia del pubblico internazionale del cinema. In realtà, la sala "Conversations" racconta l'ulteriore influenza del film sul presente nel formato dei ricordi di coloro che hanno assistito allo shooting ed è stato coinvolto nel destino del film.
Infine, lo spettatore entra nella sala "Forest" con sculture di Nikolai Malyshko, fotografie di Tiberio Silvashi e la sensazione che l'esposizione non si esaurisca, dopotutto, la storia del film Parajanov continua ancora oggi.L'inaugurazione della mostra ha riunito membri della troupe cinematografica e tutte le più famose figure culturali ucraine.
Nella foto a sinistra: Pavel Gudimov parla con il poeta Ivan Drach.
A destra: regista Roman Balayan.L'esposizione presenta per la prima volta gli storyboard di Sergei Paradzhanov, che per mezzo secolo sono stati conservati nell'archivio personale del secondo direttore del dipinto di Vladimir Lugovsky.Tuttavia, giudica quanto è buono il "museo" delle "Ombre degli Antenati dimenticati". La mostra, come promesso, andrà non solo al "tour" in Ucraina, ma visiterà anche altri paesi. A quanto sopra, aggiungiamo solo che il completamento dell'installazione del megaprogetto è coinciso con un evento non molto piacevole. Letteralmente alla vigilia dell'apertura della mostra, la "padrona" di Mystetsky Arsenal - ARC (Stato ucraino, case management (referenti - ucraini) sotto il presidente dell'Ucraina), inaspettatamente ha rifiutato di rinnovare il contratto con l'amministratore delegato dell'Arsenal Natalia Zabolotna e, soprattutto, l'istituzione stessa "improvvisamente "Cessato di essere un" museo ". I fan dei mistici hanno immediatamente tracciato dei parallelismi con la premiere malefica del film Parajanov. Ma dobbiamo confessare che non crediamo nella connessione delle ombre. Sì, e il leggendario kinofilm degli anni '60 sopravviveva ancora senza problemi. Ma alla fine, non sono scomparsi dalla memoria, ma dai loro "vietatori". Così, il Mystetsky Arsenal sarà trasformato in un museo, dove l'esposizione permanente includerà opere della famosa collezione di avanguardie di Igor Dychenko, Ombre di antenati dimenticati di Parajan e la loro storia.Installazione Mikola Malyshko.Gli spettatori delle mostre "Ukrainophile" deliziano sempre l'occhio con elementi di etnie in abiti e accessori in stile etnico. Ma questa coppia ci è sembrata speciale. I giovani non raffigurano i gangster di Chicago degli anni '30. Davanti a noi c'è una ricostruzione di grande successo dell'aspetto dei famosi "Batiars" di Leopoli - la sottocultura giovanile del periodo prebellico. "Batyary" erano teppisti e cinici, e non senza romanticismo. La famosa rock band ucraina "Braty Hadyukiny", infatti, rianimò negli anni '90 la memoria del "Batiar" in Ucraina.La mostra è aperta fino al 10 aprile 2016. Foto: autore, Anton Logov (illustrazione del titolo - musicista Vyacheslav Vakarchuk esamina l'installazione del diario "Reincarnazione"), anche le foto dalla pagina ufficiale del progetto

Guarda il video: KDA - POPSTARS ft Madison Beer, GI-DLE, Jaira Burns. Official Music Video - League of Legends (Ottobre 2019).

Загрузка...